Loading...

News

Spese condominiali

Tra le varie cose di cui tener conto al momento dell’acquis to di una casa sono le spesecondominiali e la loro gestione tra acquirente e venditore.

Voglio fare quindi un po’ di chiarezza in merito ricordando innanzitutto alcune norme importanti che
derivano dalla “riforma del condominio negli edifici” entrata in vigore il 18 giugno 2013.
Il condominio è regolato dagli articoli 1117 a 1139 del Codice Civile, dalle disposizioni per l’attuazione e dalle leggi speciali. In particolare va ricordato con la riforma è stato innalzato da quattro a otto il numero di condomini il cui superamento ne determina la necessaria presenza dell’amministratore (art. 1129).

Ogni condominio ha, o dovrebbe avere, un regolamento nel qualesono contenute regole particolari ed al quale sono allegate le “tabelle millesimali”, cioè i valori proporzionali di ciascuna unità immobiliare di proprietà necessarie per suddividere le spesecomuni.

La nomina dell’amministratore è quindi obbligatoria quando i condomini sono almeno nove e tra i suoi compiti c’è la registrazione e conservazione di una serie di documentazioni tra cui: i verbali delle assemblee, la contabilità con il registro dei fornitori e l’anagrafe condominiale.

Nel registro dei verbali vanno annotate le mancate costituzioni dell’assemblea, le deliberazioni approvate e le
dichiarazioni rese dai condomini. Tutto ciò va conservato per la durata della vita condominiale e passato tra un amministratore all’altro nel caso di sostituzione. Questi registri costituiscono quindi la storia del condominio e dei relativi condomini ed ogni variazione di dati anagrafici va comunicata entro 60 giorni all’amministratore in forma scritta.
L’amministratore è il soggetto attraverso il quale il condominio agisce rappresentandolo nei confronti di terzi e tra i suoi Compiti fondamentali deve:
– Eseguire le delibere dell’assemblea
– Curare l’osservanza del regolamento
– Disciplinare l’uso delle cose comuni e curarne la conservazione
– Riscuotere le quote condominiali e rendere conto della gestione contabile annuale

L’acquisto deve essere quindi comunicato all’amministratore del condominio affinche possa procedere ad aggiornare il registro anagrafico condominiale e al corretto addebito delle spese condominiali.
Risulta quindi relativamente facile controllare e verificare lo stato dei pagamenti e delle eventuali delibere in cui vengono decisi lavori straordinari per l’anno in corso.
Importante ricordare che l’acquirente di un appartamento in condominio è tenuto, nei confronti del condominio, solidalmente al venditore, al pagamento delle spese condominiali relative all’anno in corso e a quello precedente. E’ quindi opportuno verificare prima del rogito se le spese condominiali sono state regolarmente pagate dall’attuale proprietario e provvedere quando necessario al rilascio da parte dell’amministratore di una dichiarazione che attesti il saldo del dovuto!!!!!